martedì 20 gennaio 2009

Il duello che tutti aspettano



"City of strangers" di nuovo fra noi.


Jemina ha una gran confusione per la testa ma è pur sempre determinata; neanche lei sa cosa vuole nella vita ma è sempre convinta che un trucco audace possa darle quella spinta che le manca; magari anche adesso che vuole incastrare Rufus: per farlo il primo passo è raggiungere casa di Deny un amico che i due hanno in comune.
-Che succede? Com’è di prima mattina?- le chiede lui aprendole la porta dell’appartamento. Deny è un ragazzo svogliato, un attore mancato che non sa cosa fare della sua vita.
-Ma che prima mattina è quasi ora di pranzo!- Jemina è aggressiva e nervosa: si fa fare una tisana calmante.
-Valeriana e biancospino?-
-Mettici quello che ti pare!- Jemina è seccata e isterica.
Deny decide di darle dei tranquillanti.
-Kit è in casa?-
-No è uscita stamattina presto, starà facendo la spesa perché Rufus, il “padrone”, rimane a pranzo oggi…-
Lei lo guarda un po’ indignata:- Perché tu e Kit non vi mettete insieme?-
-Ma che sei scema? Perché dovremmo?-
-Che ne so: alla fine vivete insieme e poi per lo meno starebbe meno appiccicata a Rufus!-
-Non è colpa mia se viviamo nello stesso appartamento, che tra l’altro, è uno dei tanti possedimenti della famiglia di Rufus. Poi devi vedere lui com’è tirato sull’affitto con me e largo di maniche con lei.-
-Comunque immagino che lui o lei ti abbiano raccontato tutto, riguardo al duello etc.-
-Si certo! Io dovrò fare da testimone a Rufus.-
-Ah bella merda…senti io mi metto un po’ a riposare che ho fatto nottata ad arrovellarmi le cervella. Fammi un segnale quando arriva Rufus, che sta cercando di evitarmi per questa storia del duello. P.s. non dire niente a Kit che gli farebbe la spia.-
- Tranquilla, sono pur sempre un attore io!-
La prima parte dell’operazione antiduello era fatta. Ma nulla era certo; con Rufus tutto può ancora precipitare verso il male.
Kit sopraggiunge sul luogo poco dopo, non sospetta nulla. Si mette ai fornelli come è solita fare, canticchiando motivetti popolar-sconosciuti; Deny rimane a fissarla.
-Che buon profumo…che ci cucini di bello?-
Lei scende dalle nuvole:- Cavolo Deny mi dispiace….potresti cucinarti da solo?Non ho comprato ingredienti sufficienti per tutti e tre…-
-Non ti preoccupare…lo immaginavo…- Il ragazzo sbuffa dentro di se, mentre l’appartamento viene inondato da strane fragranze davvero molto appetibili.
Trascorsa un’ora il tavolino è imbandito delle più svariate leccornie e trascorsa ormai un’altra mezzora i due e il convitato sono ormai alle prese con le pietanze mangiando di gusto; o meglio Kit e Rufus mangiano di gusto Deny li osserva languido mentre si spolvera la pizza riscaldata della sera prima.
-Come mai Rufus non dici nulla?- Esordisce Kit.
-è tutto buono Kit davvero…- Rufus ha un’espressione impenetrabile quest’oggi sia Kit che Dany ne rimangono quasi inquietati. Lo fissano, ma lui non aggiunge altro.
-A che ora è il duello oggi?-. A quest’interrogazione di Dany segue subito l’apocalisse; si sente spalancare una delle porte della casa, Jemina entra in scena troppo irruentemente con un:- Eccoti qua maledetto stronzo!-; è il panico:
Kit:- Ma che ci fai qui? Rufus ti giuro che non ne sapevo nulla!-
Deny:- Mamma mi ero scordato il segnale…mi ero scordato tutto!-
Rufus impassibile si pulisce con un fazzoletto la bocca.
-Non mi dici nulla?-.
-Perché che ti dovrei dire?Cosa devi dirmi tu più che altro?Sei tu che mi cercavi…-
-Lo sai bene che voglio…cos’è questa storia del duello? mi hai lasciato solo la dichiarazione da recapitargli e nient’altro…-
-Si me lo ricordo…te l’ho lasciata mentre tu eri addormentata dopo che sei stata con me…-
-Che c’entra questo?-
-Che neanche tu sai quello che vuoi, sai solo che se mi lasci non avrai scampo…- Rufus parla senza mai guardarla negli occhi, si alza in piedi risoluto; Jemina è gonfia di rancore:- Tanto non verrà, lui non è un montato come te, e poi se proprio lo vuoi sapere io la dichiarazione non gliel’ho data!-
-Se non verrà è un codardo! Ma in ogni caso io ci sarò! Venite tutti ad assistere allo spettacolo: il luogo e l’orario ormai sono risaputi!-
-Tanto non verrà, ci puoi scommettere!- Gli dice urlandog, ma Rufus ormai se ne andato senza neanche salutare; tutti sono allibiti.
L’operazione anti-duello è fallita, ma Jemina pensa davvero che Cal non ci sarebbe andato al duello. Poco dopo lo scontro con Rufus ha di fatto detto a Deny e Kit:
-Non è da lui! Cal è una persona razionale, sono sicura che non ci andrà!-
Ora è molta la delusione di Jemina, ora che il duello sta per iniziare; tutti sono presenti: Deny, Orchid, Kit, Rufus e anche Cal. Non c’è storia, solo la pistola di Rufus spara ed è solamente il corpo di Cal a cadere per terra.

5 commenti:

xtravaned ha detto...

Grazie per il commento, sai scrivere veramente bene..Verrò a trovarti a breve, per ora ti linko. A presto:)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sempre interessante leggere questo romanzo.

Lollo "Hellblazer" ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lollo "Hellblazer" ha detto...

...Non finirà mica qui, vero??
...Naaah!! Sono certo che Cal non ci deluderà e che ci riserverà qualche sorpresa...!!

Dal punto di vista tecnico, mi ha lasciato un po'perplesso la presenza di elementi quali etc. e Ps. nelle parti di dialogo...

Per il resto, approfitto di questo commento per dirti anche un paio di cose (a proposito della grafica del blog) che mi sto trascinando da un po', ovvero che trovo geniale il Pocket Emo - sono giorni che tento di farlo svenare col razor! - e che ho notato anche la nuova interfaccia bucchinara della "radio" e mi chiedevo quindi se un giorno su Msn potessi spiegarmi come fare per inserire anch'io la sezione "musica" nel mio blog... Io c'ho provato, ma sono webbosamente incapace!!!

A presto allora!
Bye

Mobu ha detto...

Ti prometto che leggero' tutto! Per ora... ti deve bastare un saluto. :)