sabato 5 aprile 2008

Quando l'arte ti risucchia...


Mi piacciono i collage: colla, carta e tutti i colori in allegria.
A volte li sento ridere, i colori, mente con le mani impastate li accoppio e li scoppio.
Rosso, verde, giallo, blu, viola, nero, bianco. Una bella comitiva di simpaticoni, di quelle che si vedono alla stessa ora e al solito muretto. Divertenti, si, i miei occhi ne sono pieni.

Mi piacciono i collage: mi sento Dio nel farli.
Le forbici sono i miei strumenti; con esse taglio le dimensioni in parti più piccole. Sono carini quei pezzettini di carta che ti finiscono anche nelle orecchie: loro sono i miei angeli servitori!
Con la colla collego i continenti: ho messo la torre Eiffel nel deserto, il Colosseo tra i ghiacci ed in sette giorni tutto è fatto!


La mia vita non ha più senso ormai: l’ho passata tutta a fare collage; ho il vinavil al posto del sangue e i pezzettini di carta dalle orecchie mi sono arrivate al cervello. E pensare che la gente mi aveva avvertito ed esortato a farmi una vita. Ma io non mi lamento, la scelta l’ho fatta io. Non mi manca che un ultima creazione: fare di me un collage!


Mi piacciono i collage: io sono un collage.

Anatomia da pop art!

Sarebbe carina una ragazza con queste labbra....mi conquisterebbe subito!Dico sul serio...